Digressioni

Idiofonie

Un libro molto particolare di Federico Bagnasco (con i disegni di Andrea Piccardo), tutto giocato sugli strumenti idiofoni (che traggono cioè dal loro stesso corpo, senz’alcuna mediazione, il loro suono).Ho scelto il capitolo – o se volete la scheda – relativa alla tràccola, perché mi attribuisco un po’ il merito di aver attirato l’attenzione di Federico su questo marchingegno, fin dal tempo della mostra sui Cartelami (Genova 2013).

By |2019-03-12T22:29:23+02:0012/03/2019|Digressioni|Commenti disabilitati su Idiofonie

Atarassìa

"Quella volta sul ponte": una mostra a Genova, Palazzo Ducale (14 dicembre 2018 - 3 gennaio 2019), e la pubblicazione di un'ottantina testimonianze. La mia è l'ultima, in coda al libro.

By |2018-12-29T19:52:31+02:0029/12/2018|Digressioni|Commenti disabilitati su Atarassìa

Spazi di risulta

In un volume del 1984 dedicato ad Alassio – per meglio dire, ad Alassio “come era” – trovo la foto fine Ottocento di una famiglia di ceto medio in posa sul suo gozzo, tirato in secco sulla spiaggia. Mi colpisce la disposizione degli effigiati: il signore barbuto con la cravatta al centro dell’imbarcazione ha tutta l’aria del padrone (del bacàn).

By |2018-10-16T07:57:19+02:0009/10/2018|Digressioni|Commenti disabilitati su Spazi di risulta

Macadàn

Macadàn o macadàm?  In un corretto italiano sarebbe giusto il secondo lemma, macadàm. Vedi anche Paolo Conte in Sparring partner (Stava lì nel suo sorriso /a guardar passare i tram, /vecchia pista da elefanti /stesa sopra al macadàm); o Paolo Teobaldi, che titola così il suo romanzo, col soprannome del protagonista (il cantoniere Selvino Gengoni).

By |2018-08-16T14:03:32+02:0016/08/2018|Digressioni|Commenti disabilitati su Macadàn

Orinoco

Non so come io possa aver avuto il coraggio di partecipare diversi anni fa, con quest’immagine, a un sia pur modesto concorso. Èuna foto piena di difetti, con ogni evidenza. La figura del bambino è sottoesposta e non mantiene neppure un credibile valore di sagoma, il taglio dei tronchi di palma in primo piano è colpito da un improvvido flash…

By |2018-06-26T23:23:49+02:0027/06/2018|Digressioni|Commenti disabilitati su Orinoco

Chimeri e il binomio di Newton

Il mio amico Paolo Chimeri espone, per una settimana, nelle vetrine di uno dei caffé più noti e centrali della vecchia Genova. Strano abbinamento: ritmi articolati di cromie, prodotti di confetteria. E dentro, tondi astratti e arredi neo-rocaille. (Però, in qualche modo, funziona.) Inserisco con le immagini la presentazione di Silvio Seghi, perché c’è tutto l’essenziale.

By |2018-06-06T11:30:10+02:0006/06/2018|Digressioni|Commenti disabilitati su Chimeri e il binomio di Newton

Piccoli numeri su una veduta

Mi affaccio alla finestra e decido che, una volta tanto, scatterò una foto. È un'immagine che dovrò dotare di numeri perché si possa capire bene cosa contiene. In breve: Il tetto a due spioventi della piccola casa di primo Novecento che ospitava la Panteca, dove si faceva buona musica negli anni Ottanta del secolo scorso.

By |2018-05-30T15:46:56+02:0030/05/2018|Digressioni|Commenti disabilitati su Piccoli numeri su una veduta